Facebook Linkedin
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Plastica Seconda Vita

 In Materiali a contatto

La Certificazione Plastica Seconda Vita (PSV) viene concessa a fronte dell’adempimento ad uno specifico standard privato che ha lo scopo di valorizzare i materiali e i prodotti ottenuti dalla valorizzazione dei rifiuti plastici come sistema di rispetto e salvaguardia ambientale.

La certificazione Plastica Seconda Vita (PSV) e relativo marchio rispondono ad una precisa richiesta da parte del mercato di valorizzare mediante una chiara identificazione, quei prodotti in materiale plastico provenienti da fonti riciclabili.

La Certificazione Plastica Seconda Vita (PSV) può essere richiesta da tutte le organizzazioni che operano nel settore del riciclaggio di materie plastiche del pre o post consumo. Significa quindi ottenere un vantaggio diretti verso lo sviluppo sostenibile dei processi e verso la collettività.

Nella moderna economia circolare dimostrare concretamente un impegno in termini di riciclo e rivalorizzazione dei rifiuti è sicuramente un plus non solo etico ma anche commerciale. La certificazione Plastica Seconda Vita (PSV) attraverso una chiara comunicazione verso clienti e fornitori, qualifica l’azienda come operante secondo termini e modalità affini al concetto di rispetto dell’ambiente ed ecostenibilità. Il marchio PSV si basa anche su un preciso riferimento di legge (la circolare 4 agosto 2004, attuativa del DM 203/2003 sul Green Public Procurement per gli appalti sugli enti pubblici) nonché ad una norma volontaria ovvero la UNI EN ISO 14021 “Environmental Labels and declaration – self-declared environmental claims” circa le percentuali di riciclato.

Il marchio Plastica Seconda Vita (PSV) rappresenta l’elemento distintivo di un sistema di certificazione ambientale legato ai prodotti e materiali ottenuti dalla valorizzazione dei rifiuti plastici. Plastica Seconda Vita è inoltre il primo marchio italiano ed europeo che ha come scopo di valorizzare il settore dei materiali plastici di recupero.

I requisiti Plastica Seconda Vita (PSV) si basano soprattutto sul concetto di qualità del materiale e rintracciabilità del materiale, la certificazione viene effettuata attraverso enti terzi riconosciuti garantendo quindi la massima imparzialità e obiettività del risultato. Il percorso di certificazione Plastica Seconda Vita (PSV) si conclude a fronte di esito favorevole, con il rilascio del cerchio e relativo marchio PSV. Il marchio è differente in base al materiale impiegato, pre-consumo, post-consumo o un mix di entrambi. Anche la destinazione d’uso del materiale può influire sul marchio, si definiscono infatti due tipologie di marchi esponibili:

  • PSV-Food: quando il prodotto o materiale è un materiale o oggetto destinato al contatto con alimenti (MOCA)
  • PSV-Bag: quando il prodotto o materiale è un materiale o oggetto destinato a shopper riutilizzabili
  • PSV da raccolta differenziata: quando il prodotto o materiale contiene dal 30% al 100% di polimeri derivati da raccolta differenziata.
  • PSV da scarto industriale: quando il prodotto o materiale deriva da scarti industriali dal 30% al 100% di polimeri derivati da raccolta differenziata.
  • PSV MixEco: quando il prodotto o deriva da miscele di materiali derivanti da raccolta differenziata e/o da scarto industriale per almeno un 30% di polimeri derivati da raccolta differenziata.
  • PSV Ecological Pipe: dedicato alle tubazioni in materie plastiche che svolgono funzione di trasporto delle acque fognarie e altri utilizzi.

I campi di applicazione della certificazione PSV:

Il marchio Plastica Seconda Vita (PSV) può essere richiesto per i seguenti settori:

  • Imballaggi: shopper, bobine, flaconi, pallet, vaschette per alimenti, cassette per ortofrutta, taniche, portabottiglie, secchi, bottiglie.
  • Materiali: scaglie, compound, granuli, densificanti
  • Filati e tessuti: nastri
  • Articoli monouso: piatti, bicchieri, insalatiere
  • Articoli per animali: cuccie, lettiere, trasportini, lettini
  • Articoli per la persona: bigiotteria, accessori abbigliamento, igiene personale
  • Giochi per bambini: giocattoli
  • Florovivaistica: compostiere, vasi per piante e fiori, arredi da giardino.
  • Raccolta rifiuti: contenitori per la raccolta differenziata, sacchi e sacchetti raccolta rifiuti, bidoni, campane e cassonetti.
  • Edilizia: isolamento termico, tubi, membrane, vespai.
  • Pavimentazione: piastrelle, pedane, mattonelle, griglie, passatoie.
  • Arredo urbano: panchine, fioriere, cestini, casette, recinzioni, porta biciclette, bacheche, giochi per parchi, tavoli, altalene e scivoli, agility dog, isole ecologiche, segnaletica, elementi per l’ambiente marino e lagunare
  • Prodotti per la casa: stendini, accessori bagno, ceste, casalinghi, cestini
  • Arredi per ufficio: elementi per sedute
  • Pulizia professionale: carrelli ed accessori

Come ottenere la certificazione Plastica Seconda Vita

MV CONSULTING, forte dell’esperienza maturata in contesti industriali sia nazionali che esteri e con più di 500 progetti totali conclusi positivamente, offre un servizio specialistico nell’ottenimento della certificazione PSV integrando i requisiti dello standard a quelli della normativa cogente attraverso:

  • un servizio di Gap Analysis iniziale in cui vengono definite le attività preliminari e necessarie al raggiungimento della certificazione;
  • la redazione di procedure specifiche per l’Azienda in conformità dello standard richiesto e nel rispetto dell’operatività aziendale stessa;
  • formazione per il personale aziendale sui requisiti della certificazione Plastica Seconda Vita;
  • audit di prima parte (audit interno) svolto dal personale qualificato come auditor per verificare la conformità dell’applicazione delle singole procedure e delle strutture aziendali;
  • assistenza durante il primo audit di certificazione e successiva chiusura dei rilievi emersi;
  • un servizio di costante aggiornamento normativo (Normativa Alimentare®).

MV CONSULTING è già partner e fornitore di servizi per importanti gruppi industriali nazionali e della GDO, confrontati senza impegno con un nostro consulente in una della 5 sedi in Italia.